Novità

Auto d’epoca: lite tra Stato e Regioni

Posted On marzo 9, 2016 at 6:58 pm by / No Comments

auto-storicheOrmai sembra che Stato e Regioni siano in lite per qualsiasi cosa.

L’ultima disputa riguarda il bollo per le auto d’epoca.

La Legge di Stabilità 2015 ha eliminato il bollo sui veicoli over 30, ma non quello sui mezzi con un’età compresa fra i 20 e i 30 anni, che peraltro deve essere pagato per intero.

Ad ogni modo, alcune Regioni hanno voluto mantenere le agevolazioni per auto e moto d’epoca tra i 20 e i 30, anche se il ministero dell’Economia le ha aspramente invitate a pagare il tributo statale. Fatto sta che ogni governatore fa un po’ come vuole.

Da Trento a Bolzano

Per esempio, a Trento, provincia autonoma, i veicoli con più di 20 anni iscritti all’ Asi 

(Automotoclub storico italiano) o alla Fmi (Federazione motociclistica italiana) pagano soltanto la tassa di circolazione che per le auto è di 25,82 euro e per le moto 10,33 euro.

Invece in Abruzzo, Liguria, Campania, Sicilia, Sardegna, Molise e Puglia il bollo per i mezzi tra i 20 e i 30 anni, si paga per intero.

In Lombardia i veicoli sono completamente esenti purchè iscritti ai registri storici entro il dicembre 2015.

In Lazio, Piemonte e Toscana hanno ridotto il bollo del 10% sui mezzi d’epoca sotto i 30 anni.

Esenti dal bollo auto e moto dai 20 ai 29 anni d’età in Veneto ed Emilia Romagna.

A Bolzano, provincia autonoma, i mezzi che hanno almeno 20 anni godono del 50% di sconto sulla tassa.